Visioni
  Geniali

I MUSEI

Kerozen, Uomo vitruviano, 1996, olio su tele. Collezione privata in prestito al Museo Ideale Leonardo Da Vinci.

Musei Leonardo

Con la direzione di Alessandro Vezzosi


I Musei Leonardo sono due straordinarie realtà museali per vivere un’esperienza immersiva sulle tracce del Genio nella sua terra natale.

Il Museo Ideale di Leonardo Da Vinci di arte, utopia e cultura della terra, è nato come primo museo dedicato alla complessità di Leonardo artista, scienziato, inventore e designer e all’attualità del Leonardismo.

Il nuovo Museo Leonardo e il Rinascimento del Vino, è nato nel 2019 per indagare l’autentico rapporto di Leonardo da Vinci con l’agricoltura e il territorio, gli alimenti e in particolare il vino: dalla tradizione storica al nuovo Rinascimento.

SCOPRI DI PIÙ

IL DOCUMENTARIO

Il vino di Leonardo

Con la partecipazione di Vittorio Storaro a illuminare il Cenacolo


Chi era umanamente Leonardo da Vinci? Il documentario Il vino di Leonardo svela il lato più intimo di Leonardo con un racconto inedito: il suo legame con il vino e la vigna.

È così che si scopre la personalità di Leonardo, la sua anima agricola, l’amore per la natura, per il buon vino e per un suo consumo moderato, piacevole e quotidiano. Attraverso il racconto di studiosi e appassionati di Leonardo da Vinci si percorrono la vita, i luoghi e soprattutto i pensieri più intimi di Leonardo uomo. Tra le varie partecipazioni anche quella di Vittorio Storaro, tre volte premio Oscar per la fotografia, che ha curato le luci della scena del Cenacolo ricreando il capolavoro a grandezza naturale e illuminandolo come nella visione di Leonardo.

IL LIBRO

IL LIBRO

Leonardo Da Vinci e il Vino

di Luca Maroni

Dall'infanzia a Vinci e fino all'età adulta, attraverso viaggi, studi e abitudini quotidiane, il libro narra la storia dell'importante rapporto che lega Leonardo da Vinci al vino.

Nato in una famiglia di produttori di vino, Leonardo si appassiona fin da subito alla coltura dell'uva e alla sua trasformazione divenendo con i suoi scritti il primo agronomo, enologo e degustatore tecnico della storia.

Nelle pagine, le parole dell'autore sono accompagnate da citazioni, immagini degli appunti e dei disegni di Leonardo tratti dai codici originali.