Leonardo da Vinci Leonardo da Vinci
News > GUIDA AL VINO 02.12.2020

3 buoni consigli per scegliere un vino da regalare a Natale

Sei in cerca del regalo perfetto per Natale? Un ottimo vino è proprio ciò che fa al caso tuo.
Regalare un vino a Natale è un vero e proprio gesto di classe, segno immancabile di stile ed eleganza. Che si tratti di una spesa modesta o un budget a tanti zeri, una buona bottiglia di vino farà certamente felice il fortunato che la riceverà, rallegrando le feste ed impreziosendo le tavole di ogni famiglia. Tuttavia, se si decide di regalare un vino, sorgono sempre mille dubbi: regalo rosso oppure bianco? 1 o 2 bottiglie? Forse meglio una bollicina?

Quando si regala un vino, è bene non cadere nella banalità. Perché il vino sia un regalo originale e unico, va scelto concentrando il pensiero sulla persona che lo riceverà. Ciò dimostra, infatti, che non si tratta di un regalo banale, proprio perché hai pensato alla sua personalità, ai suoi gusti, richiamando alla mente anche tutti i calici di vino bevuti insieme. Vuoi regalare un vino senza sbagliare bottiglia? Ecco 3 criteri che ti saranno d’aiuto per scegliere il vino più adatto:

1) Uomo o donna?

Assodato il fatto che non si regalerà vino ad un astemio, che il destinatario sia uomo o donna, potrebbe fare la sua differenza. In ogni caso, se non si conoscono in dettaglio i gusti, affidati al vino rosso. Se il tuo regalo è destinato ad un uomo, siamo certi che il papà, il fidanzato, tuo fratello oppure i nonni, ognuno di loro gioirà della scelta fatta, che andrà probabilmente ad arricchire la loro cantina vini. Potresti valutare un classico Chianti, emblema della tradizione enologica toscana, come il Chianti Vergine delle Rocce collezione Da Vinci I Capolavori, oppure un versatile Rosso di Montalcino della linea Leonardo Da Vinci. Il vino rosso mette facilmente d’accordo tutti, anche il gentil sesso. Pensa alla tua amica, che gusta volentieri un calice di rosso non solo in aperitivo, ma anche a cena in compagnia. Per lei è perfetto il nostro Sangiovese Superiore Riserva, Collezione 1502 Da Vinci in Romagna: una ricchezza e una morbidezza d’aroma che racconta valori genuini e senza tempo. Se, invece, si pensa ad un regalo per un “bianchista convinto”, allora sarà ideale abbracciare il fascino luminoso e floreale del Pinot Grigio Dama con l’Ermellino dalla collezione I Capolavori. Vista la stagionalità delle feste, una bollicina è spesso uno dei regali più inflazionati, ma non per questo banale, forse anche perché si ricollega all’idea dei brindisi natalizi. Uno spumante è un’ottima scelta, specie se regalato ad una donna, notoriamente più legata alla briosa effervescenza di dorate bollicine.

2) Beginner o esperto?

Un palato poco esperto è un palato poco allenato, che ha bisogno di una guida nella degustazione. Dagli tempo di assaggiare qualche altro calice, ma nel frattempo prova ad ingolosirlo con un vino facile e beverino, puntando su gusto accessibile, specialmente al palato, come il Linarius Syrah Toscana IGT: equilibrato, tannino setoso ed avvolgente, lungo e persistente. Vini come il Barolo o l’Amarone sono certamente noti anche ai meno esperti, ma regalare vini tanto strutturati non aiuterà a far adeguatamente apprezzare la complessità di vini tanto impegnativi da decifrare. Vero è che se l’amico è un vero esibizionista, puoi comunque renderlo fiero di te regalandogli un ottimo Amarone della Valpolicella, che potrà sfoggiare alla prossima cena con tutti gli amici (te compreso, si spera). Se si regala un vino ad un intenditore, un amante del vino, un appassionato o addirittura ad un sommelier, le cose si complicano un po’. Perché? Perché quasi sempre ne sa più di te. Allora vai sul sicuro, affidati alla tradizione, ad un vino che non passa mai di moda. Il famoso “grande classico”, l’ever-green, capace di tener testa anche al più incallito assaggiatore. Forse sarà un vino che non spiazzerà, ma di certo colpirà nel segno, perché, come sempre, dimostrerà la sua immancabile certezza, sia al naso che al palato. Simbolo dell’eccellenza vinicola italiana, ad un vero intenditore regala un Brunello di Montalcino come il nostro San Giovanni Battista Brunello di Montalcino della Collezione Da Vinci I Capolavori, oppure un raffinato S.to Ippolito Toscana Rosso della linea Villa Da Vinci. Se invece vuoi davvero spiazzarlo, regala un vino esclusivo e di nicchia come il Vin Santo: un vino da dessert e da meditazione che rimane impresso memoria di chi lo assapora come un ricordo dolce e indelebile.

3) Nell'indecisione, meglio qualche bottiglia in più!

Una bottiglia di vino pensi sia troppo poco e preferisci “caricare la dose”? Non c’è niente di meglio che optare per una selezione di vino: tre o quattro bottiglie di vino per assicurarsi d’incontrare i gusti di tutti o per un abbinamento completo, dall’antipasto al dolce. Sul nostro Shop online, trovi tante selezioni di vino assortite, pensate proprio in occasione del Natale, come idea regalo trasversale, elegante e ricercata. Regalando una selezione come “Dal brindisi al brindisi”, offrirai un’esperienza di degustazione completa e totalizzante: lo spumante per dare il via ai brindisi, il bianco e il rosso per entrare nel vivo dei golosi pasti festivi, il Vin Santo a suggellare il viaggio sensoriale. E ancora: scegliendo “Viaggio nel genio” si andrà incontro ai “rossisti”, grazie ad un piacevole assaggio di grandi vini rossi toscani come il Toscana Rosso, il Chianti e il Brunello, chiudendo con la raffinata complessità del Vin Santo. Infine, la selezione “Le origini del mito”: un trittico base, dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, composto da un bianco, un rosso e una bollicina. Semplice, ma pur sempre d’effetto.